BLOGGER TEMPLATES AND TWITTER BACKGROUNDS »

lunedì 25 giugno 2012

K.


K. si cambiava d’abito due volte al giorno ma si sdraiava sull’erba con me, e di questo gli ero grata. Gli ero grata anche per il vino versato e le sigarette succhiate fino al midollo, lo scatto fuggevole degli accendini, il sarcasmo, le mani guantate di noia nel lisciarmi dalle caviglie al torace.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

adorabile espressione: mani guantate di noia!... una mollezza elegante e distratta alla Dick Diver ...

Artemide ha detto...

Splendida espressione ... mani guantate di noia ... un po' alla Dick Diver, elegante e distratto ...

Elsewhere ha detto...

Dick Diver era pigro solo per finta ;-)

Anonimo ha detto...

Scrivere di più, fare tutto il resto di meno! Grazie.

Elsewhere ha detto...

Seguirò alla lettera! Grazie a te.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.